Translate

sabato 15 ottobre 2016

Embargo più "leggero"? Mah...meglio che niente

Il presidente Obama, ha fatto approvare dal Governo una nuova serie di misure che “alleggeriscono” l’embargo a Cuba che peraltro nelle sue norme principali resta in vigore fino a che il Congresso non voti la sua rimozione totale.
La “risoluzione” annunciata da tempo che Cuba possa fare operazioni un dollari statunitensi non è ancora entrata in vigore da mesi.
Fra le più significative c’è la possibilità di importare medicine da Cuba, settore in cui la ricerca è notevolmente avanzata in diversi campi e la rimozione del divieto di 180 giorni per le navi che tocchino porti cubani per poter attraccare in porti nordamericani. Questa iniziativa era già stata parzialmente risolta con le crociere della “Adonia”, appartenente al gruppo Carnival Cruises.
Non si pensa nemmeno alla possibilità di restituire alla sovranità cubana il territorio della base di Guantánamo e all’abrogazione della “Ley de ajuste cubano” che prevede il diritto di asilo automatico per i cittadini di questo Paese che entrino, con qualunque mezzo, in territorio statunitense. Questa legge rientra nelle “stranezze” americane: dove si è visto che un richiedente asilo politico possa, dopo un anno, andare e venire tranquillamente dal Paese che gli ha concesso asilo al suo? Questa situazione sta contribuendo a formare i “nuovi ricchi” che grazie al privilegio accordatogli, lavorano tranquillamente negli Stati Uniti e dopo un anno possono recarsi a Cuba tutte le volte che lo desiderano trasferendo parte dei loro utili alle famiglie. La stessa legge, per estensione, favorisce e incoraggia il personale medico, specialmente in missione in Paesi terzi a “disertare” per essere accolti in condizioni di favore.
Al di la che per la maggior parte degli abitanti dell’America Latina, entrare negli Stati Uniti, legalmente, è pressoché impossibile, anche gli europei che non necessitano il visto, ma solo la richiesta di entrarvi (ESTA) che vale due anni e da il diritto di fermarsi come turista per tre mesi, vengono “setacciati” e torchiati se vi si recano nuovamente in meno di 8 mesi dalla loro uscita.

Non entro in altri dettagli che gli interessati possono facilmente trovare sul web, a seconda dei punti di vista. Mi limito a sottolineare il mio su, fatti concreti, di cui sono venuto a conoscenza.

Nessun commento:

Posta un commento